Incremento della dotazione del Fondo per l’esercizio degli Enti Locali

«La priorità è quella di ripartire dagli Enti locali per evitare ripercussioni negative sulla qualità della  vita dei cittadini».

Previsto l’incremento della dotazione del Fondo per l’esercizio delle funzioni degli Enti Locali,in particolare arrivano1,6 miliardi di euro in più per compensare Comuni, Province e Città metropolitane della perdita di entrate locali conseguenti al Covid.

«Il Governo presieduto da Giuseppe Conte, nella sua azione per superare l’emergenza Covid, sta dimostrando, sempre più, che la priorità è quella di ripartire dagli Enti locali, istituzioni più vicine al cittadino. L’incremento previsto del Fondo è necessario  per garantire le risorse necessarie per lo svolgimento delle funzioni fondamentali- dichiara la parlamentare Marialuisa Faro (M5s). Molte sono state le iniziative in questa fase di emergenza, soprattutto dei comuni, come la sospensione di tasse, e questo ha portato a entrate minori per le casse, il rischio è che ad avere ripercussioni negative sono i servizi ai cittadini. Ed è per questo che si è deciso di intervenire ulteriormente, incrementando la dotazione del Fondo. L’auspicio è che tutti i Comuni della Capitanata possano destinare al meglio i contributi che riceveranno da Roma».

In modo particolare viene incrementato di 300 milioni di euro il Fondo per il ristoro parziale dei comuni a fronte delle minori entrate derivanti dalla mancata riscossione dell’imposta di soggiorno o del contributo di sbarco. Previsto un incremento di 2,8 miliardi la dotazione del Fondo per l’esercizio delle funzioni delle Regioni e delle Province autonome per compensarle delle perdite di gettito. Di 400 milioni di euro, per l’anno 2020, del Fondo per compensare le imprese di trasporto pubblico locale e ferroviario regionale che abbiano subito riduzione dei ricavi tariffari in conseguenza dell’emergenza. Le risorse per la progettazione delle opere degli enti locali. In particolare le risorse assegnate agli Enti locali aumentano di 300 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021 e sono finalizzate allo scorrimento della graduatoria dei progetti ammissibili per l’anno 2020. Incremento di 500 milioni di euro le risorse assegnate ai comuni per il 2021 per investimenti destinati ad opere pubbliche in materia di efficientamento energetico e di sviluppo territoriale sostenibile. Per rafforzare gli investimenti è previsto l’istituzione di un Fondo per la messa in sicurezza di ponti e viadotti e la realizzazione di nuovi ponti per Città metropolitane e province in sostituzione di quelli esistenti. La dotazione è di 200 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021-2022-2023. Viene istituito un Fondo per il sostegno degli enti locali il cui deficit strutturale non è dovuto a patologie organizzative ma alle caratteristiche socio-economiche del territorio. Il Fondo ha a disposizione 100 milioni per il 2020 e 50 milioni per ciascuno degli anni 2021-2022.

No Comments Yet

Comments are closed