Aumento di denunce a meno di un mese dall’entrata in vigore della legge “Codice Rosso”

Una legge nata per tutelare le donne e i minori, nata per dare forza e coraggio alle vittime di denunciare perché dall’altra parte lo Stato finalmente c’è. Questa volta possiamo dirlo con tranquillità.

Un provvedimento che, oltre all’aumento delle pene, prevede l’obbligo per la polizia giudiziaria di comunicare al magistrato (il pm di turno) le notizie di reato di maltrattamenti, violenza sessuale, atti persecutori e lesioni aggravate avvenute in famiglia o tra conviventi. E le vittime, secondo le nuove norme, devono essere sentite dal pm entro 3 giorni dall’iscrizione della notizia di reato. Il risultato è un boom di segnalazioni alle quali i pm devono fare fronte in tempi strettissimi.

Dai timori di non essere credute, la paura di dover subire ritorsioni, vendette, fino alla forza e al coraggio di denunciare perchè finalmente dall’altra parte c’è qualcuno che raccoglie la denuncia e mette in moto la macchina di difesa e protezione. Ecco come il cambiamento diventa realtà nel nostro Paese.

No Comments Yet

Comments are closed